Condividi
COMPORTAMENTISTA PARROTS TRAINER ADDESTRATORE

Eclectus roratus


Tra le specie che da sempre mi affascinano c'è l’Eclectus Roratus.....

Ero bambino quando in vacanza conobbi un maschio di Ecletto con il suo colore verde brillante, il “beccone giallo-arancio, ma ciò che ricordo mi colpì maggiormente fu il suo modo di “parlare” ... sembrava paperino.

Gli anni passarono ma rimase impresso il ricordo  di quel papagallo verde:

Ordine:          Psittaciformes

Famiglia:        Psittacidae

Genere:          Eclectus

Specie:          Eclectus Roratus

Distribuzione:   Pacifico

Dimensioni:      cm 35 circa

Età max:         40 anni circa

Rumorosità:      Abbastanza

Affettuosità:    Abbastanza

Capacità parola: Frequente

Alloggio minimo: Gabbia

CITES:           Appendice “B”

Caratteristiche

Questo splendido pappagallo di 35 cm di lunghezza e del peso di circa mezzo kg è sicuramente l'esponente degli psittaciformi che evidenzia il massimo dimorfismo sessuale, tanto che, osservando una coppia di ecletti, un occhio inesperto stabilirà immediatamente che si tratta di specie differenti. E' inoltre una delle rare eccezioni in cui la livrea del maschio risulta meno appariscente di quella della femmina. La colorazione base del maschio è verde carico distribuito su tutto il corpo. Solamente le ali presentano le timoniere con vessillo esterno blu intenso, mentre sulla sommità dell'ala la colorazione è rossa. Anche la coda, come il resto del corpo, è verde, con l'estremità sfumata di giallo. La seconda parte del nome scientifico di questo pappagallo indica una caratteristica del suo piumaggio: "roratus" significa "bagnato, irrorato" ed è riferito alla lucentezza dei colori di questa specie come appunto se fossero bagnati di rugiada. L'iride è arancione, il ramo superiore del becco è un arancione che sfuma nel giallastro verso l'estremità, mentre il ramo inferiore è nero. Le zampe sono grigie e le unghie sono scure. L'ecletto presenta presumibilmente nove sottospecie distinte.

Non c’è, infatti, accordo fra coloro che si occupano di classificazione. Inoltre, lo studio di alcune sottospecie è molto difficoltoso per l'inaccessibilità geografica e/o per problemi di ordine culturale/politico che rendono difficilmente realizzabili le osservazioni dirette della specie nei propri differenti habitat.

Dismorfismo sessuale

L’Ecletto è la specie di pappagallo che possiede il dimorfismo sessuale più estremo ed inoltre la femmina è più vivacemente e contrastatamente colorata rispetto al maschio. I colori della livrea tra maschio e femmina di questa specie sono talmente differenti che gli studiosi di scienze naturali del 19°secolo e fino agli inizi del 20°secolo li classificarono, inizialmente, come due specie distinte. I maschi di questa specie vennero, tra l’altro, descritti molto tempo prima di scoprire le femmine che, nonostante il colore, sono meno individuabili sia perché il rosso viola si mimetizza bene nell’oscurità delle fronde e sia per il fatto che le femmine restano nascoste nei nidi avendo comportamenti che le fanno mettere molto meno in mostra rispetto ai maschi.

Ambiente naturale e distribuzione

L’areale naturale del pappagallo Ecletto va dalle Molucche all’ isola di Sumba; dalla Nuova Guinea e le isole limitrofe all’arcipelago delle Bismark e alle isole Salomone e arriva fino all’Australia nordorientale (penisola di Capo York); a seconda dell’areale la specie è distribuita con differenti sottospecie e popolazioni.

Alimentazione

L'ecletto presenta un apparato digerente che si differenzia da quello di tutti gli altri psittacidi per un intestino particolarmente lungo, il che lascia supporre che la sua dieta sia sempre stata caratterizzata da grande abbondanza di fibre. L'alimentazione dell'ecletto in natura è basata su sementi, preferibilmente immature, frutta matura, fiori, boccioli e steli di fiori, germogli, larve e piccoli insetti. Tra la frutta questo pappagallo dimostra particolare predilezione per il Parinarium, il Pandanus, la Melanolepis e la Papaya. Tra i fiori predilige la Cryptocarya.

In cattività, è assolutamente indispensabile evitare una dieta basata sui soli semi, in quanto si produrrebbe una forte carenza di vitamina A. L'alimentazione dell'ecletto deve essere costituita principalmente da macedonie di frutta e verdura fresca, con particolare riferimento a ad alimenti ricchi di vitamina A

un grazie a:

http://www.pappagallinelmondo.it/eclectus-roratus....

http://www.photomazza.com/?Eclectus-roratus&lang=i...