COMPORTAMENTISTA PARROTS TRAINER ADDESTRATORE

I RISULTATI DI UN BUON TRAINING BASATO SULLA FIDUCIA E IL RISPETTO


Il vostro pappagallo è sul trespolo e ignora le vostre richieste di collaborazione?

Non preoccupatevi è accaduto ad ogni proprietario e ad ogni trainer. 

Dobbiamo essere consapevoli di quale sia il punto di partenza per il training, ovvero cosa  ci permette di iniziare a lavorare sia sul piano relazionale che quello della collaborazione.

Parliamo di Motivazioni, cioè l ‘espressione dei motivi che inducono un soggetto a fare qualcosa , di qualsiasi natura si tratti.  Mangiare rappresenta per ogni animale un istinto primario, è legato alla sopravvivenza stessa e alla continuazione della specie. Attraverso il cibo noi risvegliamo l’interesse nel nostro pappagallo, e più lavorando su questo istinto proponendogli cibi che a lui piacciono più aumentiamo il languore ottenendo risposte positive e fortemente gratificanti per lui.

Non si tratta di affamare il pappagallo riducendo la quantità di cibo giornaliero per costringerlo ad eseguire qualcosa perché’ di fatto non ha alternative se vuole sfamarsi , ma di integrare la sua normale alimentazione con proposte allettanti DIVERSE da ciò che mettiamo normalmente in ciotola, creandogli un languore e un desiderio che gli permette di eseguire qualcosa attraverso un rinforzo positivo (PREMIO).

E’ il concedere qualcosa di buono, di fortemente ambito, che aumenta inizialmente la motivazione e che diviene “ una gratifica transizionale” per arrivare poi a elargire ciò che serve per cristallizzare la relazione: le coccole e la SUA FIDUCIA in noi!

In un articolo di alcuni anni fa Steve Martin fa il punto su questo concetto, ricordandoci che sovente alcuni trainer utilizzano la fame come espediente per ottenere dal pappagallo ciò che desiderano, ma descrive anche i rischi di tale tecnica: ridurre volontariamente il peso può portare a conseguenze negative per la salute e per il comportamento, una delle piu riscontrate nell‘animale è lo  sviluppare soprattutto aggressività.

“La maggior parte dei formatori professionali usano il cibo come rinforzo positivo (PREMIO)  per il percorso educativo dei loro pappagalli; si tratta di una strategia di formazione ben collaudata che si è evoluta nel corso degli anni ed è anche un modo naturale per addestrare gli uccelli. In natura, un uccello vola dal suo albero per andare in cerca di cibo per cui la fame ha una grande influenza sulla “motivazione” ed è una delle azioni primarie per cui esso vola.

Nel nostro lavoro di training possiamo creare un simile tipo di motivazione per  aiutare i nostri animali ad effettuare determinati comportamenti, pertanto, il nostro obiettivo dovrebbe essere quello di lavorare sull'uccello a parità di peso, come se fosse allo stato selvatico.”

In conclusione possiamo affermare che il raggiungimento degli obiettivi di un buon training non si ottengono attraverso la privazione del cibo ma con la progressiva costruzione di un rapporto basato sulla fiducia e sulla costanza con cui si effettuano determinati esercizi, ampiamente gratificati ogni volta con ricompense in cibo, giochi e coccole!

Nel mio vivere quotidianamente da circa vent’anni con loro, ho imparato a rispettare la loro indole, il loro essere unici pur avendo caratteristiche comuni, ogni pappagallo ha un suo carattere, un suo modo di interagire sia nello stormo che con il compagno umano, “Rispettare” la sua unicità ci permette di capire cosa ci vuole comunicare…

Come Trainer mi piace rispondere a una domanda che ricorre spesso nei miei work: Come riesci a farli volare liberi e a sapere che torneranno da te? La mia risposta è sempre la stessa: PERCHE HANNO IN ME LA STESSA FIDUCIA CHE IO HO IN LORO, ma non fermatevi a guardare solo il volo perché dietro a questo c’è un lavoro quotidiano e costante, fatto di dare e avere, la libertà di volare o di fare una determinata azione che noi vogliamo che il pappagallo faccia è sempre vincolata alla sua libertà di volerla fare e mai in nessun modo e con nessun mezzo obbligati, si chiama RISPETTO!

BUONA VITA CON I VOSTRI COMPAGNI PIUMOSI!