I SEMI GERMINATI

Da sempre credo che noi e quindi anche i nostri pappagalli siamo ciò che mangiamo, nella dieta di un pappagallo non dovrebbero mai mancare i semi germinati, pensate che un seme offerto in forma germinata può aumentare alcuni valori nutrizionali fino a 600-700 volte in più rispetto allo stesso seme in fase secca.

La paura che da sempre  limita la diffusione di questo tipo di alimentazione sono il pericolo di poter contaminare nel susseguirsi delle varie fasi i semi da muffe che possono crescere  nei giorni di germinazione con evidenti e rischiosi  problemi di salute per i nostri pappagalli.
Vorrei sin da subito eliminare questa paura dicendovi che in realtà se si sceglie una mescola omogenea nei tempi di germinazione preferendo semi piccoli con delle percentuali ben bilanciate  tra legumi e cereali quindi  il rischio è veramente basso oserei dire pari a un valore “0”, senza la preoccupazione di aggiungere alcun disinfettante nell'acqua.

Qui vedremmo nel dettaglio i passaggi per poter ottenere dei semi germinati sicuri:

1-Prelevate la quantità necessaria di semi per alimentare il vostro pappagallo (foto 1)

2-I semi andranno messi a bagno in una terrina e completamente coperti di acqua   leggermente tiepida per 24 ore avendo l’ accortezza di sciacquarli
di frequente, almeno due volte al dì in questo ciclo (foto 2)

3-Superata la prima fase di ammollo metteremmo i nostri semi in un colino, li laveremo abbondantemente con acqua tiepida, e li lasceremo  riposare per 24 ore, in questa fase i semi inizieranno a germinare dovremo solo avere l’accortezza di  bagnarli almeno due volte al giorno (foto 3)

4- Passate le seconde 24 ore ed in totale 48 ore dall’ inizio di tutto il processo i semi dovranno essere ben sciacquati in acqua tiepida, asciugati con un panno carta, a questo punto saranno pronti (foto 4)

Finiti questi passaggi procediamo a:

1) Si mettono in una ciotola

2) Conservati in frigorifero per un tempo massimo di giorni 

3) Oppure conservati in congelatore in porzioni da usare al bisogno

Se decidiamo di conservarli in frigorifero o in congelatore sarà sufficiente prima di metterli in ciotola sciacquarli in acqua tiepida, e asciugarli.

Buona ranzapappa!!